BACnet e la building automation: le nostre faq


BMS: cos'è?

Il BMS (Building Management System) è il sistema di gestione delle risorse e dei servizi presenti in un edificio. In particolare questi vengono spesso identificati, in modo non esaustivo, nei seguenti sottosistemi: regolazione climatica, controllo antincendio, controllo antintrusione, videoregistrazione a circuito chiuso, tracciabilità del personale e degli oggetti, impianti di sollevamento, sistemi di comunicazione audiovisiva.

BMS: a chi serve?

Un BMS serve a tutte le aziende che si offrono servizi di gestione energia negli edifici, a tutti i proprietari di edifici che offrano molteplici servizi all'utenza ed a tutti gli utenti che usufruiscano di tali servizi. Anche se, come utenti non ne siamo spesso consapevoli, spendiamo la maggior parte del nostro tempo in ambienti che si avvalgono (o avrebbero vantaggi dall'avvalersi) delle funzionalità di un sistema BMS. Quanto tempo passiamo nel nostro ufficio?

Il BMS migliora la gestione di un edificio?

Il BMS semplifica la gestione di un edificio armonizzando il funzionamento di tutte le risorse controllate. Il miglioramento consiste nel monitoraggio costante dello stato dei diversi impianti, nel loro controllo coerente e nella possibilità di generare reportistica utile a migliorare gli interventi di manutenzione.

BMS: dove serve?

Un BMS è utile in tutti gli edifici che offrono una molteplicità di servizi, sia pure la semplice illuminazione e riscaldamento. Più sono i servizi offerti da un edificio, più saranno evidenti i vantaggi derivanti dall' uso di un BMS.

Sistema integrato: cos'è?

"Integrare" consiste in una reductio ad unum, una funzionalizzazione, non eliminazione, delle specifiche caratteristiche dei sistemi, ad un unico sistema che li comprende ed identifica i propri vantaggi nelle funzionalità derivate dalle relazioni tra le singole caratteristiche dei diversi sottosistemi in esso integrati. Un sistema si dice integrato quando è composto da sottosistemi differenti che operano in modo sinergico.

Sistema di supervisione: che funzione ha?

Il sistema di supervisione è quella parte di sistema integrato che realizza l'integrazione dei sottosistemi; offre il vantaggio di mettere in relazione più sottosistemi.
Un'interfaccia di comunicazione permette inoltre all'utente di interagire con i vari sottosistemi, orientandone i comportamenti.

PiCS: che tipo di documento è e a cosa serve?

PICS sta per "protocol implementation conformance statement." Si tratta in sostanza di una scheda tecnica BACnet che contiene un elenco delle funzionalità BACnet di un dispositivo. Ogni dispositivo BACnet deve essere fornito di PICS. La scheda contiene una descrizione generale del prodotto, dettagli che riguardano le funzionalità BACnet del prodotto, informazioni riguardo alle opzioni LAN disponibili e alcune altre informazioni relative ai set di caratteri ed a speciali funzionalità. Un PICS è un ottimo punto di partenza per la comprensione delle potenzialità di un dispositivo. Chi scrive le specifiche di un progetto, invece, può creare una bozza di PICS ed utilizzarlo come strumento per spiegare quali funzionalità BACnet sono richieste per un particolare lavoro.

Gateway BACnet: cos'è?

Un "gateway" è l'equivalente di un traduttore che sa parlare due lingue. Il gateway BACnet da una parte parla BACnet e dall'altra parte il linguaggio del protocollo proprietario X di uno specifico sistema. L'utilizzo di un gateway in un sistema di automazione d'edificio è utile nel caso in cui si voglia, risparmiando, aggiornare o espandere una struttura esistente con un sistema BACnet. Il gateway tradurrà in maniera bi-direzionale i messaggi del sistema proprietario nel linguaggio del protocollo BACnet, e viceversa, permettendo ai due sistemi di interoperare. Altro caso è quello in cui occorre integrare sistemi per i quali non sono ancora disponibili dispositivi BACnet nativi (per esempio sistemi antincendio). Sul mercato sono disponibili numerosi gateway che consentono di connettere apparecchiature e sistemi proprietari ad un sistema BACnet. Chi scrive le specifiche del sistema dovrebbe prima verificare quali sono le caratteristiche di performance (compreso il PICS) del gateway, per essere certi di soddisfare le esigenze di interoperabilità del sistema.

BACnet Addenda: cosa sono?

Dall'esperienza degli utilizzatori e implementatori di BACnet, sono nati nel corso degli anni numerosi suggerimenti costruttivi per migliorare ed ampliare lo standard originale, l'ANSI/ASHRAE 135-1995 e, più di recente, le nuove versioni dello standard, l'ANSI/ASHRAE 135-2001, 135-2004 e 135-2008. Su www.bacnet.org è possibile scaricare tutti i file degli Addenda delle diverse versioni di BACnet. Tutti gli Addenda pubblicati in via definitiva e relativi alle versioni precedenti dello standard, sono stati inglobati nella versione più recente. I nuovi Addenda di BACnet 2008, invece, sono a diversi stadi del regolare iter seguito da tutti gli Addenda: per ciascuno di essi viene preparata una prima bozza che è poi soggetta a "Public Review". Chiunque desideri fare un commento su queste bozze può farlo utilizzando un apposito modulo e per un certo periodo di tempo. Dopo questo periodo, se i commenti arrivati hanno portato a fare modifiche importanti o evidenziato problemi sostanziali, viene preparata una seconda bozza con i cambiamenti necessari da sottoporre nuovamente a Public Review. In caso invece non ci siano cambiamenti sostanziali da fare, si passa all'approvazione da parte dell'ASHRAE e dell'ANSI e alla successiva pubblicazione definitiva. L'elenco di tutti gli Addenda, con il corrispondente stato e una breve descrizione, è disponibile a questo link.

Cosa è il BACnet Journal Italy?

Il BACnet Italy Journal è la nuova rivista italiana sui sistemi di automazione d'edificio basati su tecnologia BACnet, nata sulla falsariga del BACnet Europe Journal ed edita come quest'ultimo dal BIG-EU. La rivista presenta soluzioni BACnet realizzate in Italia e prodotti BACnet per il mercato italiano, raccogliendo i più importanti player attivi sul territorio nazionale per quanto riguarda il mondo BACnet. Supporto essenziale per il nuovo gruppo di lavoro BACnet che sta nascendo in Italia, ha lo scopo di aiutare la rapida diffusione del protocollo, affinché essa vada di pari passo con una effettiva e approfondita conoscenza dello standard e dei prodotti BACnet più idonei per le diverse applicazioni. Il BACnet Italy Journal è scaricabile dal sito del BIG-EU.

Cosa è il BACnet Europe Journal?

Il BACnet Europe Journal è la rivista europea sui sistemi di automazione d'edificio basati su tecnologia BACnet. Esperti del settore mostrano come applicare e sviluppare lo standard BACnet, sviluppando argomenti come: l'andamento del mercato della building automation, i dispositivi BACnet ed il loro utilizzo in progetti, come fare training e come testare e certificare i prodotti, da chi è formata e come funziona la community BACnet, gli eventi e le pubblicazioni. Particolare attenzione è riservata ai membri e alle attività del BIG-EU. La rivista è in due lingue, inglese e tedesco ed è edita dal BACnet Interest Group Europe, Droste-Hülshoff-Straße 1, 44141 Dortmund Germany. Sono editi dal BIG-EU anche il BACnet France Journal, il BACnet China Journal e da oggi il BACnet Italy Journal, nelle rispettive lingue. Per consultare tutti i numeri del BACnet Europe Journal e le altre pubblicazioni edite dal BIG-EU fai click qui.

Cosa è un BACnet Router?

Nel caso in cui una parte dei sistemi di controllo siano su un tipo di rete, ad esempio Ethernet, e una parte su un altro tipo di rete, ad esempio MS/TP, è possibile connettere le due parti tra loro. BACnet infatti, come abbiamo visto, supporta diversi tipi di LAN, e lo standard descrive anche nei dettagli come costruire i router. Questi ultimi sono semplici dispositivi che permettono di connettere insieme due o più reti, dove le reti possono essere dello stesso tipo o diverse. Sul mercato sono disponibili numerosi di questi router BACnet.

Quali Connessioni di Rete sono supportate in BACnet?

Dopo aver parlato di modello orientato agli oggetti di BACnet, dei diversi servizi e tipi di messaggi, dobbiamo ora occuparci di tecnologie di rete che consentano di connettere tutto quanto insieme. Il comitato per lo standard BACnet ha lavorato a lungo su questo problema, arrivando a definire 5 diverse opzioni di rete, ciascuna delle quali soddisfa una particolare nicchia in termini di rapporto prezzo-prestazioni. La prima è Ethernet, la più veloce (10 Mbps, oggi disponibile anche a 100 Mbps, dove "Mbps" sta per "milioni di bit al secondo"). Ethernet è anche probabilmente l'opzione più costosa, se calcoliamo il costo per dispositivo. Dopo c'è ARCNET a 2.5 Mbps. Sia Ethernet che ARCNET possono usare differenti mezzi di trasporto fisico (cavi coassiali, twisted pairs, persino cavi a fibra ottica). Per dispositivi che non richiedono velocità così elevate, BACnet definisce la rete MS/TP (master-slave/token-passing), progettata per velocità di 1 Mbps o meno su cavi twisted pair. La rete LonTalk di Echelon può anche essere usata con diversi mezzi fisici di trasporto. Tutti questi tipi di reti sono esempi di "local area networks" o LAN. BACnet definisce anche un protocollo "point-to-point" chiamato PTP, da utilizzare su linee telefoniche o connessioni EIA-232. Il principio di base è che i messaggi BACnet devono poter essere trasportati da qualunque tecnologia di rete, se e quando diventa conveniente che ciò accada. Per saperne di più www.bacnet.org

BACnet richiede installazioni multivendor?

Assolutamente no. BACnet è un protocollo. Rende possibile connettere fra loro i dispositivi di diversi produttori che utilizzano BACnet, ma utilizzare diversi fornitori non è affatto necessario! Poiché sempre più produttori scelgono BACnet come protocollo nativo per i loro dispositivi, sarà sempre più facile avere un sistema BACnet di un unico produttore. Avere a che fare con uno, massimo due fornitori è senz'altro più agevole, purché i loro prezzi rimangano sempre competitivi! Per saperne di più www.bacnet.org

Quali sono i messaggi del protocollo BACnet?

Abbiamo visto nelle pillole della newsletter numero 9 che i dispositivi si presentano sulla rete BACnet con un aspetto comune, dato dai loro oggetti e relative proprietà. Gli oggetti dialogano fra loro scambiandosi opportuni messaggi. Basandosi sul modello "client-server", i messaggi BACnet vengono chiamati "service requests". Il client manda una "service request" al server, il quale svolge il servizio richiesto inviando il risultato al client. Tutti gli oggetti possono essere sia client che server. BACnet definisce attualmente più di 30 diversi servizi, suddivisi in 5 diverse classi. Per esempio, una di queste classi contiene i messaggi che servono per accedere alle proprietà degli oggetti descritti sopra. Uno dei messaggi più comuni di questa classe è quello chiamato "ReadProperty". Con tale messaggio il client richiede all'oggetto server il valore di una sua specifica proprietà. Altre classi di messaggi hanno a che fare con allarmi ed eventi, gestione del funzionamento di dispositivi remoti, funzioni di terminali virtuali. Per saperne di più www.bacnet.org

Come funziona lo standard BACnet?

BACnet fornisce un metodo standard per rappresentare le funzioni di ogni dispositivo. Per esempio input e output analogici e digitali, programmi orari, loop di controllo e allarmi. Un modello standardizzato del dispositivo rappresenta queste funzioni comuni come collezioni di informazioni correlate chiamate "oggetti", ognuno dei quali ha un set di "proprietà" che lo descrivono ulteriormente. Ciascun input analogico, ad esempio, è rappresentato da un "analog input object" BACnet, il quale possiede un set di proprietà standard quali valore attuale, tipo di sensore, posizione, limiti di allarme, e così via. Alcune di queste proprietà sono obbligatorie, altre opzionali. Una delle proprietà più importanti dell'oggetto è il suo "identifier", una specie di nome numerico che consente a BACnet di accedere ad esso identificandolo in modo univoco. A questo punto, se i dispositivi si presentano sulla rete con un aspetto comune, dato dai loro oggetti e proprietà, è facile immaginare dei messaggi in grado di manipolare queste informazioni in modo standard. Per saperne di più www.bacnet.org

BACnet è solo per i sistemi di riscaldamento e condizionamento (HVAC)?

Assolutamente no. BACnet può essere usato per sistemi di controllo antincendio, controllo illuminazione, sicurezza e altri sistemi di building automation. BACnet possiede già molte delle caratteristiche necessarie per far comunicare fra loro sistemi diversi da quelli HVAC, ad esempio la capacità di leggere e scrivere dati in formato digitale, analogico e testo, comandi per il controllo dei programmi orari, notifiche degli allarmi, ecc. Allo stesso tempo il comitato che si è occupato di definire lo standard si è anche reso conto che queste caratteristiche potrebbero comunque non essere sufficienti per coprire tutte le situazioni ed ha sviluppato lo standard con un occhio rivolto al futuro e a possibili nuove applicazioni. Il risultato è che uno dei punti di forza di BACnet è proprio la possibilità di estenderlo con facilità. Se un produttore propone una nuova funzionalità per cui è richiesta la comunicazione con il sistema di building, egli stesso può aggiungere nuove proprietà ai tipi di oggetti già esistenti o creare nuovi tipi di oggetti cui accedere esattamente nello stesso modo con cui si accede a quelli attualmente definiti nello standard. Questo non solo è possibile ma viene senz'altro incoraggiato. Il produttore è quindi libero di mettersi a immaginare nuovi servizi che vanno al di là di quelli standard. Per saperne di più www.bacnet.org

In quali edifici utilizzare BACnet?

BACnet può essere utilizzato in edifici, o in gruppi di edifici, di qualunque tipo e di qualunque dimensione. Consente di gestire con semplicità ed efficienza sia sistemi molto semplici, dove sono presenti pochi dispositivi e poche funzionalità, sia molto complessi, dove il numero di dispositivi e di produttori è praticamente illimitato.Le tipologie possono essere appunto le più diverse: dall'edificio che richiede maggiore attenzione per la sicurezza di cose e persone, come ospedali, musei, carceri, ecc., al palazzo uffici, al centro commerciale, all'hotel. Per saperne di più www.bacnet.org

Cosa è il BACnet Testing Laboratory (BTL)?

Il Laboratorio di Test BACnet (BTL) è stato costituito dalla BMA per migliorare l'interoperabilità di BACnet attraverso un'estesa attività di test sulla conformità a BACnet Standard ISO 16484-5 svolta dal laboratorio di test autorizzato BTL quale parte di una certificazione di conformità di prodotto e di un programma di registrazione. I prodotti testati con successo vengono registrati in elenco sul sito BMA ed hanno l'autorizzazione a portare il marchio del logo BTL come prova di conformità. I test di conformità danno la garanzia dell'interoperabilità fra prodotti di diversi fabbricanti verificando che i prodotti stessi abbiano implementato BACnet in modo corretto. I prodotti in elenco possono essere marchiati con il logo "BTL" e compaiono sul sito di BACnet International. Questo consente agli ingegneri che scrivono i capitolati ed agli utenti finali di indicare ed acquistare prodotti presenti in elenco con la garanzia che essi hanno superato estesi test sull'interoperabilità BACnet e sono quindi conformi allo standard BACnet. Il logo BTL à un marchio registrato che il BIG-EU, grazie alla collaborazione con BACnet International, à autorizzato ad utilizzare in Europa sui prodotti che hanno superato i test di conformità. I test vengono effettuati in Europa secondo le regole stabilite dall'organismo preposto dell'ASHRAE e con mutuo riconoscimento degli elenchi tra le due associazioni.

Cosa è ASHRAE?

Fondata nel 1894, ASHRAE (American Society of Heating, Refrigerating, and Air-Conditioning Engineers) è una organizzazione internazionale che ha 51.000 membri in tutto il mondo. ASHRAE persegue la sua missione di migliorare le tecnologie per il riscaldamento, la ventilazione, il condizionamento e il raffreddamento al servizio dell'uomo, promuovendo l'idea di un pianeta sostenibile attraverso la ricerca, la creazione o implementazione di standard, le pubblicazioni e la formazione continua.ASHRAE sviluppa standard sia per i propri membri che per altri enti che si occupano di tecnologie per la climatizzazione e della progettazione e manutenzione di sistemi responsabili delle condizioni ambientali all'interno degli edifici. ASHRAE è accreditata dall'ANSI (American National Standards Institute), di cui segue le specifiche nello sviluppo dei suoi standard. Nel caso del protocollo BACnet, che è lo standard ANSI/ASHRAE 135 ed è uno degli standard ASHRAE sottoposti a continua revisione e verifica, esso viene supportato e aggiornato attraverso degli addenda, grazie al lavoro di un apposito comitato permanente, lo Standing Standard Project Committee (SSPC) 135 dell'ASHRAE.Per saperne di più www.ashrae.org

Cosa significa BACnet nativo (native BACnet)?

Si dice BACnet nativo un dispositivo che per sua natura rappresenta i dati in formato BACnet e comunica utilizzando il protocollo BACnet. I dispositivi BACnet nativi possono essere connessi a un sistema BACnet senza che sia necessario un gateway o un driver che traduca il protocollo BACnet in un protocollo proprietario e viceversa.I vantaggi del BACnet nativo stanno nel fatto che vengono garantite performance e interoperabilità di livello superiore, soprattutto nei sistemi che utilizzano dispositivi BACnet nativi a tutti i livelli. Tali sistemi, infatti, utilizzano il protocollo BACnet per la comunicazione attraverso tutti i livelli del sistema, fornendo una infrastruttura di comunicazione coerente e priva di discontinuità estesa a tutto il sistema, capace inoltre di trasmettere grandi volumi di dati.Questo assicura anche ai proprietari la miglior tutela dei loro investimenti e la libertà di scegliere nel caso di future espansioni e miglioramenti del sistema, visto che non si ritrovano vincolati dalle restrizioni tecniche e commerciali di driver/gateway proprietari, né dai relativi costi di manutenzione potenzialmente elevati.

Cosa significano BMA, BIG-NA e Bacnet International?

L'Associazione delle aziende produttrici BACnet (BMA) è un'organizzazione no-profit nata nel gennaio 2000 e formata da diverse aziende che realizzano prodotti BACnet e da professionisti coinvolti nella progettazione e nell'implementazione di sistemi.La missione del BMA è incoraggiare l'utilizzo di BACnet in sistemi di building automation attraverso test sull'interoperabilità, programmi di formazione, attività promozionali ed il coordinamento con diverse organizzazioni BACnet.L'unione del BACnet Interest Group - North America (BIG-NA) e della BACnet Manufacturers Association (BMA) ha dato vita a BACnet International - una organizzazione di aziende che progettano, commercializzano ed installano prodotti per la building automation. Essa comprende numerosi fabbricanti di prodotti BACnet, tutti impegnati a garantire che i loro prodotti BACnet possano interoperare.Per avere altre informazioni sugli obiettivi, gli eventi e le novità di BACnet International visita il sito www.bacnetinternational.org

Cosa è BACnet?

BACnet sta per Building Automation and Control Networks. È un protocollo di comunicazione per la building automation, sviluppato sotto l'egida dell'Associazione Americana degli Ingegneri per il Riscaldamento, la Refrigerazione e il Condizionamento dell'aria (ASHRAE). BACnet è nato con l'obiettivo di standardizzare la comunicazione fra dispositivi e sistemi per l'automazione di edifici di diversi produttori. Prima della nascita di BACnet, infatti, ogni linea di dispositivi di controllo di ogni singolo produttore utilizzava per comunicare il proprio protocollo proprietario, rendendo molto difficile lo scambio di informazioni fra apparecchiature di diversi produttori. BACnet è stato sviluppato riunendo in maniera trasversale professionisti dell'industria, produttori del settore, consulenti, utenti finali, enti governativi e la comunità accademica. Ci vollero nove anni per svilupparlo, quindi fu revisionato dal pubblico e nel 1995 venne approvato divenendo lo Standard ANSI/ASHRAE 135-1995. Oggi provvede a sostenere e preservare il protocollo il Comitato 135 Permanente dell'ASHRAE per i Progetti sugli Standard. Oltre ad essere uno standard nazionale americano (ANSI), BACnet ha ricevuto l'approvazione come pre-standard europeo (CEN), e sta superando le ultime fasi del processo di approvazione come standard mondiale (ISO). Per avere altre informazioni visita il sito www.bacnet.org.

Cosa è l'Open Catalogue del BIG-EU?

L'elenco dei prodotti a marchio BTL, cioè quelli che hanno superato i test di conformità a BACnet effettuati dai laboratori autorizzati, è stato di recente unificato ed è ora presente solo sul sito di BACnet International, quale riferimento unico globale. Sul sito del BIG-EU, invece, rimane a disposizione del pubblico l'"Open Product Catalogue", contenute informazioni riguardo ai prodotti BACnet attualmente disponibili sul mercato, che siano stati testati o meno dal BTL. I prodotti sono suddivisi per azienda produttrice ed è possibile scaricare i corrispondenti datasheet ed i PICS (BACnet Protocol Implementation Conformance Statements), che contengono tutte le informazioni sulle funzionalità del prodotto e sulla loro conformità a BACnet. Per consultare i nostri prodotti sull'Open Product Catalogue del BIG-EU fai click qui.

Qual è la rappresentazione dei dati fisici e virtuali in BACnet?

Per scambiare le misure e i set-point così come le informazioni virtuali (ottenute da calcoli su altre grandezze), BACnet specifica complessivamente 9 tipi di oggetti standard, che corrispondono agli input, agli output ed ai valori dei dati binari, analogici e multi-state. Funzioni come il conteggio del tempo trascorso in attività o la gestione del minimo di on/off sono inoltre disponibili come opzione in questi oggetti. Per avere altre informazioni visita il sito www.bacnet.org.

Come vengono rappresentati i contatori in BACnet?

Per rappresentare i contatori, BACnet mette a disposizione due tipi di oggetti. L'oggetto Accumulator permette la rappresentazione del semplice conteggio a impulsi, mentre l'oggetto Pulse-Converter prende gli impulsi da un Accumulator o da una fonte interna e lo converte in una grandezza ingegnerizzata definita da specifiche unità di misura, come Chilowattora o Megajoule. Utilizzati in modo particolare nel conteggio dei consumi di energia, questi due oggetti sono molto importanti per il risparmio energetico. Per avere altre informazioni visita il sito www.bacnet.org.

Come vengono rappresentati gli anelli di regolazione in BACnet?

L'oggetto Control Loop offre la rappresentazione di cicli con PID-control, laddove i parametri di controllo sono proprietà dell'oggetto stesso e non hanno bisogno di essere rappresentati con oggetti addizionali. A seconda delle applicazioni, gli oggetti Loop possono essere processati in sequenza collegando il valore dell'uscita di una sequenza all'input della successiva. Per avere altre informazioni visita il sito www.bacnet.org.

Come vengono rappresentate le informazioni log in BACnet?

Per garantire l'accesso al buffer dei log per l'acquisizione di dati a lungo termine, BACnet offre gli oggetti trend log (specificatamente un Buffer per immagazzinare dati da una singola sorgente) e gli oggetti multitrend che offrono l'acquisizione di canali multipli e la rappresentazione dei dati del trend log. Per avere altre informazioni visita il sito www.bacnet.org.

Come vengono rappresentate le funzioni di scheduling (programmazione oraria)?

Per la programmazione oraria (scheduling), BACnet individua l'oggetto Calendar (calendario) (una lista di valori comparati con la data corrente) e l'oggetto schedule (programmazione) fornendo una programmazione settimanale o come eccezione. In questo modo è possibile realizzare funzioni basate sul tempo o sulla data (per esempio operazioni speciali per le vacanze)

Come vengono rappresentate le gerarchie di facility?

Mentre l'oggetto Group (gruppo di oggetti all'interno di un singolo dispositivo) e l'oggetto Global Group (gruppo oggetto per tutta la rete) rappresenta semplicemente gli oggetti senza alcuna gerarchia specifica, l'oggetto Structured-View permette di rappresentare gli oggetti come gerarchia della facility. Questo può essere necessario nelle gestione dell'impianto per esempio per scopi commerciali.

Come sono rappresentate le funzioni di automazione di edificio?

La risposta è nella rappresentazione ad oggetti. L'oggetto Comand permette la rappresentazione di comandi, per esempio operazioni notturne, laddove l'oggetto Comand contiene le singole azioni di ciascun comando. L'oggetto Program permette l'accesso alle applicazioni dei programmi dei controllori BACnet in modo che per esempio l'utente possa commutare fra funzionamento normale e programma di risparmio energetico. L'oggetto Load-Control è progettato per implementare attivamente il risparmio energetico attraverso il controllo del carico massimo (per esempio E-Max). I parametri da tenere sotto controllo e le azioni temporaneamente da arrestare sono memorizzate all'interno dell'oggetto come proprietà.

Come viene notificato il cambiamento di una variabile in BACnet?

Oltre alla rappresentazione dei dati, la notifica gioca un ruolo importante nell'efficienza energetica quando i valori cambiano. Per questo BACnet prevede i servizi COV (change of value) per segnalare automaticamente il cambiamento di valore a scopo di registrazione e analisi.

Quali sono i metodi di rivelazione di allarme ed eventi offerti da BACnet?

BACnet offre due metodi per la rilevazione degli allarmi e degli eventi. La segnalazione intrinseca confronta il valore attuale con i limiti (dati analogici) o i valori di allarme (dati binari o a più stati) e genera gli allarmi o gli eventi in caso di condizioni non-normali. Questi parametri di confronto sono definiti nell'ambito dello stesso oggetto che rappresenta l'input. Per tenere sotto controllo le altre proprietà, si può utilizzare l'event-enrollment. In questo modo vengono implementati un totale di 9 algoritmi per la rilevazione degli allarmi. L'algoritmo "limite mobile" è di particolare interesse nell'ambito del calcolo dell'efficienza energetica. Grazie a questo algoritmo i limiti possono essere controllati in funzione della temperatura esterna ed è possibile ottimizzarne il valore rilevato confrontandolo con la definizione del limite statico. Quando lo stato ritorna normale o è in errore, viene inviata una notifica di allarme gestito ovviamente dai controllori BACnet.

In BACnet esistono solo oggetti software per il riscaldamento ed il condizionamento?

Per le altre aree dell'automazione degli edifici, BACnet specifica uno svariato numero di oggetti che sono, ad esempio, collegati con il risparmio energetico. L'oggetto "Lighting" permette la rappresentazione di sistemi di illuminazione con funzioni come la modulazione della luminosità che possono essere utilizzate per soluzioni di controllo dei consumi e quindi risparmio energetico.

Bacnet consente di risparmiare direttamente energia?

BACnet non risparmia direttamente energia ma le varie opzioni di questo standard internazionale permettono la rappresentazione di tutti gli aspetti della gestione dell'energia inclusi la rappresentazione dei dati, l'analisi dell'energia sino all'ottimizzazione dell'energia attiva.