HVAC: moduli per il riscaldamento, ventilazione e condizionamento


hvac
I moduli HVAC che chiamiamo eBACin devono essere pensati come il mattoncino alla base di una semplice e intuitiva progettazione termomeccanica.
Assemblando i vari mattoncini, si potrà ricoprire un’ampissima gamma di installazioni termomeccaniche.
Dal punto di vista hardware, questi moduli implementano le tipologie di input e output più diffuse e utilizzano il protocollo di comunicazione BACnet ISO 16484-5.
I moduli HVAC sono in grado di comunicare con un elevato numero di dispositivi e in reti BACnet di grandi dimensioni. La soluzione da noi proposta è modulare, pertanto in queste reti è possibile adeguare la logica di funzionamento per ottenere il comportamento richiesto.

 

Obiettivi della progettazione e realizzazione delle nostre soluzioni HVAC:

  • Possibilità di distribuire il sistema in entità sempre più grandi senza modificare la logica di programmazione e l' utilizzo del sistema
  • Modularità di tutti i componenti, sia software che hardware e a qualsiasi livello, per garantire l’efficace scalabilità del sistema stesso

Soluzioni HVAC

eBACin-CT1 Il modulo eBACin-CT1, basandosi sulla temperatura esterna, gestisce la valvola miscelatrice in modo da raggiungere più velocemente la temperatura di mandata richiesta. Questo modulo è progettato per la regolazione del bruciatore primario di una centrale termica. Il sistema gestito consta di un bruciatore, una pompa gemellare, una valvola deviatrice, una sonda di temperatura esterna, tre sonde di temperatura ad immersione, una sonda di temperatura fumi e una sonda di livello.

Il modulo eBACin-CT2 è progettato per la regolazione di un bruciatore supplementare in cascata ad un bruciatore primario.
Il sistema gestito consta di un bruciatore, una pompa, una valvola deviatrice, una sonda di temperatura ad immersione e una sonda di temperatura fumi. La logica della cascata sarà implementata nel modulo eBACin-CT1 del bruciatore principale.

Il modulo eBACin-CT3 è progettato per la regolazione di due circuiti indipendenti. Ciascun circuito gestito consta di un gruppo pompe gemellare, una valvola miscelatrice e due sonde di temperatura (mandata e ritorno). In ciascun ambiente sono installati una sonda di temperatura ambiente e un pannello di controllo (DNS-24L dotato a sua volta di una ulteriore sonda di temperatura). Dal DNS-24L l’utente potrà impostare il valore di set-point desiderato in ambiente (in questo caso l’eBACin-CT3 calcolerà automaticamente la temperatura di mandata del circuito) oppure potrà impostare un valore di temperatura di mandata del circuito.

Il modulo eBACin-UTABP è particolarmente adatto per gestire UTA progettate per condizionare ambienti di grande volume e grande affollamento, come sale riunioni, cinema, centri commerciali, che non risentono di forti variazioni dei carichi termici. L’eBACin-UTABP è progettato per mantenere le condizioni termoigrometriche dell’ambiente ai valori di temperatura e umidità prefissati per l’azione dell’aria che viene prelevata dall’esterno, eventualmente miscelata con l’aria proveniente dagli ambienti e trattata dall’UTA.

Il modulo eBACin-UTACS1 è particolarmente adatto per gestire UTA progettate per condizionare quei locali ove possono formarsi dei contaminanti che non devono essere rimessi in circolo, come ospedali, scuole, laboratori, ecc. L’eBACin-UTACS1 è progettato per mantenere le condizioni termoigrometriche dell’ambiente ai valori di temperatura e umidità prefissati per la sola azione dell’aria che viene prelevata dall’esterno e trattata dall’UTA.

Il modulo eBACin-UTACS2 è particolarmente adatto per gestire UTA progettate per condizionare quei locali ove possono formarsi dei contaminanti che non devono essere rimessi in circolo, come ospedali, scuole, laboratori, ecc. L’eBACin-UTACS2 è progettato per mantenere le condizioni termoigrometriche dell’ambiente ai valori di temperatura e umidità prefissati per la sola azione dell’aria che viene prelevata dall’esterno e trattata dall’UTA.

Il modulo eBACin-UTARC1 è progettato per gestire UTA con recuperatore di calore che hanno lo scopo di immettere aria prelevata dall’esterno all’interno di ambienti in condizioni di set-point, mantenendo i valori di temperatura e umidità prefissati. Il flusso d’aria proveniente dall’ambiente viene incrociato con quello proveniente dall’esterno in modo da recuperare parte del calore contenuto in esso. Inoltre grazie alla presenza della sonda di umidità sul canale di ripresa viene controllata l’umidità dell’ambiente.

Il modulo eBACin-UTARC2 è progettato per gestire UTA con recuperatore di calore che hanno lo scopo di immettere aria prelevata dall’esterno all’interno di ambienti in condizioni di set-point, mantenendo i valori di temperatura e umidità prefissati. Il flusso d’aria proveniente dall’ambiente viene incrociato con quello proveniente dall’esterno in modo da recuperare parte del calore contenuto in esso. Inoltre grazie alla presenza della sonda di umidità sul canale di ripresa viene controllata l’umidità dell’ambiente.

Il modulo eBACin-fancoil1, è progettato per gestire fan coil a 2 e a 4 tubi in funzione della temperatura rilevata all’interno della stanza da una sonda di temperatura installata a parete.

Il modulo eBACin-fancoil2, è progettato per gestire fan coil a 2 e a 4 tubi in funzione della temperatura rilevata all’interno della stanza da una sonda di temperatura installata a parete.

Il modulo eBACin-fancoil3, permette di gestire fan coil a 2 e a 4 tubi in funzione della temperatura rilevata all’interno della stanza da una sonda di temperatura.L’eBACin-fancoil3 ha l’obiettivo di mantenere la temperatura di set-point in ambiente durante le ore di occupazione e implementare logiche di risparmio energetico durante le ore di non occupazione.